Breve recensione su Sergio Mattarella

Sergio Mattarella è il dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana, è riconosciuto per la sua alta prestazione politica, che sostiene con anni di impeccabile carriera di giurista e legislatore, dove ha mantenuto la sua posizione di responsabilità e uno spirito trasformativo. Successivamente, conoscerai una breve recensione sulla sua intensa vita politica.

Dati biografici di Sergio Mattarella

Sergio Mattarella è originario di Palermo, la città italiana che è il capoluogo della regione autonoma della Sicilia. Proviene da una famiglia di spicco di importanti attori politici.

È il figlio di Bernardo Mattarella, che ha lavorato duramente nell’attività antifascista ed è stato perseguitato negli anni della dittatura di ferro di Benito Mussolini.

Il padre di Sergio Mattarella insieme ad Alcide De Gasperi sono i membri fondatori del partito Democrazia Cristiana, che ha dominato la scena politica italiana per quasi 50 anni.

Il fratello Piersanti Mattarella, era un militante degli ideali democratici cristiani, che lo portarono ad essere eletto presidente della Sicilia nel periodo dal 1978 al 1980, quando in un terribile atto terroristico fu assassinato da esponenti della mafia siciliana.

Mattarella, ha frequentato l’Università degli Studi di Roma, La Sapienza e l’Università degli Studi di Palermo, dove si è laureato in Giurisprudenza e lavora come professore nell’ambito della Procedura Parlamentare.

Carriera politica

All’inizio della sua carriera politica, Mattarella è stato eletto deputato nel 1983 sostenuto dalla Democrazia Cristiana, dove ha affrontato politici attivi che avevano legami con la mafia.

Nel periodo precedente, all’inizio del suo mandato presidenziale, Mattarella era stato scelto per ricoprire l’alta carica di Ministro degli Affari Parlamentari.

Nel 1989 è nominato Ministro dell’Istruzione, nell’ambito del gabinetto di governo di Giulio Andreotti, membro e leader della Democrazia Cristiana. Una carica si dimette nel 1990 per protesta contro l’approvazione in parlamento di una legge che coinvolgeva i media in Italia, ritenendola arbitraria.

Mattarella prosegue la sua carriera politica e inizia le sue funzioni di sottosegretario del partito di cui è stato membro sin dal suo inizio, Democracia Cristiana. Dopo due anni di lavoro è diventato direttore del quotidiano ufficiale Il Popolo, fino al 1994.

Dopo un periodo di intensi confronti con il nuovo leader del partito Rocco Buttiglione, ha rassegnato le dimissioni da direttore del quotidiano, per l’intenzione di firmare un’alleanza con i conservatori di Forza Italia.

Qualche tempo dopo, entrato a far parte del Partito popolare italiano, per le elezioni generali del 1996, sostenuto dalla vittoria del centrosinistra, Mattarella è stato presidente del gruppo parlamentare che sostiene questa fazione politica.

Nel 1998 assume la carica di Vice Primo Ministro e Ministro della Difesa lavorando per il governo di Massimo D’Alema, dove sostiene l’intervento della NATO in Jugoslavia, per porre fine alla dittatura di Milosevic.

Per l’anno 2000 è stato sciolto il Partito Popolare, Mattarella ha fondato il Partito Politico Democracia es Libertad – La Margarita, con il quale è stato eletto al Parlamento italiano nel 2001 e nel 2006.

Nel 2007, ha partecipato alla fondazione del Partito Democratico, in cui La Margarita e Democratici di Sinistra si sono fusi. Il 5 ottobre 2011 è stato nominato dal Parlamento italiano Giudice della Corte Costituzionale.

Periodo presidenziale

Il 31 gennaio 2015 Sergio Mattarella viene eletto democraticamente dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana.

Dopo il quarto turno di votazioni, dove il candidato deve ottenere la maggioranza semplice per dichiararsi vincitore, Mattarella ha superato i voti necessari con ampio margine di vantaggio.

Attualmente Sergio Mattarella continua ad essere Presidente della Repubblica Italiana e ad esercitare il mandato della Nazione attraverso la sua carica. In questo senso, il periodo per il quale è stato eletto è di 7 anni e culminerà quando questo tempo passerà. Se ti piace questo tipo di contenuti, trova altri articoli che potrebbero interessarti e sono già disponibili sul nostro blog, commentali e condividili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.